fbpx

Lo scoglio in tavola

30 min.

20 min.

2 persone

In questa nuvolosissima domenica prepariamo insieme gli spaghetti allo scoglio e le seppie ripiene. Vi siete mai chiesti da dove deriva questa ricetta o l’origine del suo nome? Dobbiamo fare un viaggio in Sicilia, nella meravigliosa provincia di Trapani. I pescatori trapanesi preparavano la minestra con piccole rocce ricoperte di muschio prese dai fondali marini. Le alghe ed i piccoli microrganismi attaccati a queste rocce conferivano sapore al piatto! Leggenda o verità? Mi piace così tanto  questa storia che ho scelto di crederci.
Playlist della domenica e si parte… “Oh we can be Heroes,just for one day…”

Seppie Ripiene

Ingredienti
2 seppie medie, la mollica di 2 fette di pane integrale, capperi, sale, olio evo, pepe, scorza di mezzo limone, curcuma q.b.

Pulite le seppie e tenete da parte i tentacoli. In una coppa aggiungete la mollica di pane ridotta a pezzetti e irroratela con olio (Step 1 e 2). Aggiungete i capperi, il sale, il prezzemolo, il pepe, la scorza di mezzo limone ed i tentacoli tagliati a pezzi (Step 3). Mescolate per bene il ripieno e riempite le due seppie. Irrorate le seppie con olio, scorza di limone ed una spruzzata di succo di limone (Step 4). Pre-riscaldate il forno a 220° ventilato ed infornate. Cuocete per circa 20 minuti (Step 5 e 6).

Spaghetti allo Scoglio

Ingredienti
300gr. di spaghetti, 12 pomodori ciliegino rossi e gialli, 1 spicchio di aglio, 300gr di misto mare, prezzemolo, vino bianco, sale, pepe e olio evo q.b.

Mettete l’acqua a bollire e cuocete gli spaghetti (di solito sono necessari 7-10 minuti). Nel frattempo aggiungete in una padella l’aglio, il prezzemolo tritato e due giri di olio e fate soffriggere a fuoco medio (Step 1). Sciacquate il misto di pesce, scolatelo per bene e aggiungetelo nella padella, rigirate per qualche minuto. Fate sfumare con un po’ di vino bianco e poi aggiungete i pomodorini tagliati a pezzi. Salate e pepate e lasciate cuocere (Step 2). Scolate gli spaghetti, conservando un po’ di acqua di cottura della pasta, rigirate gli spaghetti nel sughetto preparato e aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta se necessario (Step 3).

Tutto è pronto per godersi al meglio questa domenica. La versione che vi ho proposto ha pochi pomodorini freschi perché io non amo utilizzare la salsa in questa ricetta. E voi quale versione preferite? Aspetto i vostri commenti.

Non perdetevi gli ultimi post pubblicati, iscrivetevi alla mia Newsletter.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: