fbpx

Zuppa di patate e porcini in vasocottura

10 min.

30 min.

2 persone

-Gluten free

Ho scoperto le zuppe in vasocottura durante un viaggio in montagna e me ne sono immediatamente innamorata, questo metodo di cottura sposa in tutto e per tutto la filosofia zerosbatti. Avete presente quelle giornate infinite, difficili, fredde e piovose? Quelle in cui non vedete l’ora di arrivare a casa, rilassarvi al calduccio con una bella zuppa calda?! Bene! Con questo fantastico mezzo di cottura e meno di 10 minuti di sbatti di preparazione, possiamo dedicarci ad altre 100 cose mentre il microonde cucina per noi. Armatevi di barattoli ermetici e ai Fornelli!

Scopri la ricetta

Zuppa di patate e porcini

Ingredienti

300 gr. di patate, 30 gr. di porcini secchi, 1/2 scalogno, qualche foglia di maggiorana, acqua, curcuma, dado, olio evo, sale e pepe qb.

Sbucciate le patate e sciacquatele per eliminare l’amido. Lasciate ravvivare i funghi in poco acqua tiepida. Nel frattempo, mettete in ciascun vasetto un giro di olio evo, la maggiorana, e le patate tagliate a cubetti (Step 1).

Aggiungete lo scalogno tagliato, il sale, il pepe, un pezzetto di dado e la curcuma (Step 2).

Aggiungete i funghi strizzati (Step 3).

Infine aggiungete l’acqua fino a superare di poco la metà di ciascun barattolo (Step 4).

Chiudete ermeticamente i barattoli e cuocete in microonde a 700-800 Watt per 7 minuti, vedrete che inizia a bollire e lasciate riposare per 20 minuti (senza aprire i barattoli, in questa fase la vostra zuppa continuerà a cuocere e si crea il sottovuoto). Cuocete per altri 3 minuti a 700-800 Watt. Lasciate raffreddare per qualche minuto e aprite con attenzione i barattoli.

Potete scegliere se passare la zuppa con un minipimer o se lasciarla così come è. Servite con un giro di olio evo e dei crostini o se preferite con la pastina o la quinoa.

La vasocottura è un metodo di cottura che arriva dal passato, ed ha il grande pregio di preservare la qualità degli ingredienti, di esaltarne il gusto e di non disperderne le sostanze nutritive. Mi è piaciuta così tanto questa ricetta che ho scelto di non passarla al minipimer e di gustarmi tutti gli ingredienti. Aspetto i vostri commenti.

E non dimenticate di iscrivervi alla mia Newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: